CORPO SANO, INTESTINO SANO - Erboristeria l'Ortica Skip to main content
search
0
CarrelloClose Cart

INTESTINO, SECONDO CERVELLO

Il cervello e l’intestino sono collegati e capaci di influenzarsi in maniera bidirezionale. Questo significa che non solo il cervello è in grado di influenzare le funzioni dell’intestino, ad esempio quando agitazione e paura fanno aumentare le contrazioni intestinali, ma anche l’intestino è in grado di influenzare le funzioni cerebrali in quanto elabora neurotrasmettitori come la serotonina e la dopamina fondamentali per la stabilità dell’umore e le attività cerebrali. Funzioni cognitive e umore, funzionalità gastrica, difese immunitarie, reazioni allergiche sono tutti aspetti che vengono alterati quando il nostro intestino non lavora bene. Lungo 7 metri, 400 mq di estensione, sintetizza oltre 40 molecole, possiede 100 milioni di neuroni. L’ intestino è una porzione dall’apparato digerente e viene distinto anatomicamente in intestino tenue ed intestino crasso. L’assorbimento del 90% dei nutrienti avviene a livello dell’intestino tenue ad opera dei villi intestinali. L’intestino crasso rappresenta la parte terminale del tubo digerente e la sua funzione è quella di accumulare tutto ciò che rimane del processo digestivo per favorirne l’espulsione e accumulare acqua ed elettroliti per il loro riassorbimento. Nell’intestino crasso avviene anche l’assorbimento delle vitamine, in particolare la vitamina K e le vitamine del gruppo B prodotte dal microbiota che popola il tratto del colon.

MICROBIOTA E MICROBIOMA

Il microbiota intestinale di un adulto è costituito da diecimila miliardi di organismi divisi in circa 1000 specie di batteri diverse. Il microbiota intestinale è per 2/3 comune a tutti e per 1/3 varia da individuo a individuo e quindi può essere visto un po’ come se fosse la carta d’identità di ogni individuo. Il peso medio del microbiota intestinale è di circa 2 kg. Per microbioma invece si intende la totalità del patrimonio genetico posseduto dal microbiota, ovvero i geni che la popolazione di microrganismi è in grado di esprimere.

CIBI AMICI DELL’INTESTINO

Frutta e verdura freschi e di stagione naturalmente ricchi in fibre; cereali integrali e cibi ricchi in fibre. Le fibre hanno due funzioni molto utili al nostro organismo: rappresentato il supporto ideale per la proliferazione dei batteri della flora intestinale e contribuiscono ad aumentare il volume delle feci, favorendo il transito e la pulizia intestinale. Cibi fermentati come yogurt, kefir, kombucha (the addolcito e fermentato). I cibi fermentati rappresentano un’ottima fonte di microrganismi vivi benefici per il nostro intestino. Cibi ricchi in omega 3 e acidi polinsaturi come olio di lino, di canapa, di oliva, avocado, semi oleaginosi (noci, mandorle, anacardi) pesce come salmone, sardine e sgombri. Gli omega 3 e gli acidi polinsaturi svolgono un’ottima attività antinfiammatoria a livello della mucosa intestinale ed emolliente che facilita il transito intestinale.

INTEGRATORI AMICI DELL’INTESTINO

  • In offerta!

    GSE Symbiotic 10 flaconcini + 4 in omaggio

    Il prezzo originale era: 18,50€.Il prezzo attuale è: 16,90€.
  • GSE I Intimo Lavanda

    14,5021,75